DAS ES New wave palermitana con ottime idee

Pubblicato il Pubblicato in Recensioni Emergenti

Dalle cantine di Palermo ci giunge il sound dei DAS ES. Gruppo palermitano che si ispira ai Joy Division, ai Diaframma. Loro affermano anche ai Talking Heads, ma dal materiale ascoltato, da Soundcloud, peraltro due soli brani, appare difficile accostarli alle sonorità del mostro sacro Byrne.

Interessante il suono proposto, proposto in inglese, peccato non poterli valutare su un testo italiano.
La stoffa c’è, l’esperimento è interessante  e suona anche bene, anche se si ha l’impressione di sentire un gruppo che deve decidere ancora se muoversi verso un ambito professionale.

Me lo fanno pensare alcune stecche nell’esecuzione del brano, in particolare una molto evidente al minuto 2.28 nel timing,  e la voce che spesso svirgola sulla tonalità (al minuto 3.00 circa), in particolare nel brano Ash.

L’amalgama c’è, e nel complesso c’è tanto su cui vale la pena insistere e lavorare.

Non abbiate fretta di dare in pasto i brani registrati a uno studio di registrazione. Sperimentate ancora, create brani su brani, senza fretta.
La sensazione è di assistere a un percorso di crescita, che ha bisogno dei suoi tempi di maturazione, tirate fuori una decina di brani, scrivete qualcosa in italiano, senza cadere come tanti nel melodic rock italiano, mantenete ferma questa impronta, è questa la sfida. Trovo che la chitarra sia deliziosa, bello il suono, e ben inquadrato nel genere. Anche il batterista tira fuori un bel suono, e la voce è inquietante, e molto new wave.

Aspettiamo di ascoltare tanto altro.

Non smettiamo di seguirvi, e non esitate a mandarci altro materiale.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *